Home Page > Dettaglio articolo


DOMATO ANCHE IL SALUZZO: 2-1
La partita perfetta dei nostri “lupi” consente di domare il Saluzzo in recupero. Ambedue le frazioni sono in bilico ma dopo il vantaggio di Bissacco si scatenano i bomberoni Atomei e Cornero.

CHERASCHESE 1904 – SALUZZO: 2-1

69’ rig. Bissacco (S), 74’ Atomei (Ch), 83’ Cornero (Ch)

CHERASCHESE 1904 (4-3-3): Serra, Massucco, Capocchiano, Mazzafera, Prizio, Marchetti, Cornero, Pirrotta, Atomei, Celeste, Nastasi

A disp.: Maja, vittone, costamagna, Mogos, Bordone, Faule, Olivero E.

All.: GianLuca Brovia

SALUZZO (4-3-1-2): Marcaccini, Serino, Serra A., Laneve (20’st Cesaretto), Caldarola, carli, Micelotta, Serra M., Pinelli (25’st Atteritano), Porporato (44’st Caula)

A disp.: Nardi, Pampiglione, Mondino, Gozzo

All.: Rignanese

ARBITRO: Sig. Arnone di Empoli

Assistenti: Sig. Pinna di Pinerolo e Sig. Aimar di Nichelino

Ammoniti: Prizio e Pirrotta (Ch); Serra A. e Cesaretto (S)

Recupero: pt. 1’, st. 6’

CHERASCO: Siamo a meno 9 partite dalla fine del campionato e mai come adesso i giochi diventano duri, cominciano a scarseggiare le partite, i punti in palio contano praticamente il doppio e la pressione comincia a farsi sentire. Molto vero è che la vetta della classifica mette molta più in suggestione coloro che inseguono a maggior ragione se devono rincorrere quindi, tiriamo lungo il fiato perché per ora ci possiamo mettere comodi. Per costruire questo scenario era necessario vincere con il Saluzzo, impresa tutt’altro che facile anche perché i granata è formazione solida e che fino ad oggi ha fatto un percorso importante. Serviva una partita perfetta. I ragazzi di mister Brovia hanno servito una prestazione che va oltre la perfezione, attenta, vigorosa, sofferta e cinica tutte componenti che hanno consegnato una vittoria estremamente importante. In assoluto l’equilibrio del match è sempre stato in bilico con le squadre sempre decisamente sul pezzo e attentissime a non prestare il fianco all’avversario e questo atteggiamento ha creato una partita vibrante anche molto bella da vedere. Parte decisamente meglio la Cheraschese che si impossessa del campo ma si scontra con la difesa ospite sempre ben posizionata. Poco alla volta crescono anche i saluzzesi e arrivano al tiro grazie a un diagonale secco di Laneve ma Serra ci mette una pezza e allontana. Ci prova qualche minuto dopo Porporato dal limite e la sfera viene “sporcata” da Prizio ma ancora l’attento Serra riesce a smanacciare in angolo. In uno dei numerosi ribaltamento di fronte il fantasista Celeste calibra da angolo per la testata di Mazzafera ma Marcaccini fa buona guardia. Il match si sviluppa su tutta l’ampiezza del campo, le due squadre si allungano e si accorciano cercando la via per piazzare il colpo decisivo ma l’attenzione è prevalente su tutto. Prima del riposo ci prova ancora dalla distanza Serino e subito dopo Celeste ma le conclusioni meriterebbero miglior fortuna. Accade tutto nella ripresa. E’ il 53’ quando, manco a dirlo, è Celeste che calibra da bandierina d’angolo trovando perfetto l’inserimento centrale di Marchetti che picchia di testa, a colpo pressochè sicuro, ma la sfera rotola a lato di un soffio! Un minuto dopo su una ripartenza è sempre Celeste che imbuca laterale Cornero che lascia andare un tracciante radente che Marcaccini abbranca in presa. Dopo la fiammata nerostellata di colpo l’incontro ritorna ad essere sempre vivace ma equilibrato in ogni sua espressione, il Saluzzo forse a più piglio d’iniziativa ma i cheraschesi sono precisi e non concedono nulla e appena possono rioccupano le posizioni. Corre il 69’ e arriva il primo vero sussulto: il Saluzzo usufruisce di un corner con Bissacco che calcia dentro dove Serra smanaccia poco oltre e Pinelli si avventa a recuperare ma viene scontrato nella mischia conseguente e il direttore di gara concede il penalty che Bissacco non sbaglia. 0-1 e potrebbe essere dura. La reazione dei nerostellati invece è veemente e trova, praticamente subito dopo, un angolo dove nella caciara che si genera Atomei è pronto e bravo a spedire nel sacco con un piattone prepotente. 1-1 e adesso si torna a sperare. I saluzzesi accusano leggermente il colpo e i nostri ragazzi crescono ancora costringendo la difesa ospite a lavori aggiuntivi fino all’83’ quando sull’out di destra si scatena Celeste e scodella di “destro” sul secondo palo dove come un avvoltoio sale in cielo Cornero che con un’incornata deposita in rete il meritato vantaggio: 2-1 e al “Roella” si scatena l’inferno! A questo punto il Saluzzo raduna le ultime forze e prova ad assediare i capoclassifica ma prima della fine arriva solo un tiro a lato poco convinto di Atteritano. Al triplice fischio è un tripudio nerostellato con il primato consolidato.

Al termine della partita le parole soddisfatte di mister Brovia: ” Il Saluzzo è squadra forte ed equilibrata e non è stato facile. Loro sono andati in vantaggio grazie ad un penalty forse anche giusto ma siamo stati bravi a reagire nel modo giusto e l’abbiamo vinta. Sono molto contento dei mie ragazzi che ci hanno portato a più sei in classifica anche se la pro Dronero deve ancora giocare però ci godiamo il momento. Oggi questi ragazzi hanno fatto la partita perfetta, Celeste, Cornero e Atomei stanno offrendo cose davvero eccezionali ma non dimentichiamo che la grande prova l’ha fatta la squadra e in modo particolare la fase difensiva dove ha concesso davvero poco ai quotati avversari.”

 

Nella foto EDOARDO CORNERO, autore della seconda rete e al 20° centro stagionale.

 


<< Torna alla home page