Home Page > Dettaglio articolo


GRANDE VITTORIA A OLMO
Un primo tempo giocato alla grande con il sigillo finale di bomber Cornero. Nella ripresa il ritorno dell’Olmo mette in difficoltà i nerostellati che riescono a portare a casa l’importante vittoria.

OLMO – CHERASCHESE 1904: 0-1

44’ Cornero

 

OLMO (4-2-3-1): Campana, Fragale, Pepino (3’pt Rostagno), Ciolino, Pernice, Capitao (41’st Bertaina), Biondi, Dalmasso G., Gastaldi (26’st Xhani), Blua, (29’st Magnaldi), Dalmasso A.

Adisp.: Dutto, Sabena, Shelu

All.: Magliano

CHERASCHESE 1904 (4-3-3): Nurisso, Costamagna, Capocchiano, Mazzafera, Prizio, Marchetti, Cornero, Pirrotta, Massucco, Celeste, Nastasi (44’st Mogos)

A disp.: serra, Costa, Olivero E., Bordone, Faule, Sardo

All.: GianLuca Brovia

ARBITRO: Sig. Zanotti di Rimini

Assistenti: Sig. Galantucci di Chivasso e Sig. Bertolotto di Collegno

Ammoniti: Nastasi (Ch), Dalmasso A., Pernice (O)

Recupero: pt. 1’, st. 4’

 

S. ROCCO CASTAGNERETTA: Mancano 5 turni più un recupero alla fine del campionato di Eccellenza girone B e la partita di oggi per i nerostellati assume un’importanza vitale per la volata finale dove molto probabilmente si arriverà sul filo di lana. Dopo oggi e in settimana avverrà lo scontro frontale con la Pro Dronero quindi è necessario mantenere almeno inalterato le posizioni in classifica e poi mercoledì ci sarà da divertirsi. Chiarissime sono le difficoltà che presenta una squadra come l’Olmo che sta facendo un campionato decisamente sopra le righe quindi per ottenere la vittoria i nostri ragazzi devono essere accorti e bravi a sfruttare le occasioni. L’infermeria intanto non da tregua, dopo Atomei è arrivato anche l’infortunio di Vittone e mister Brovia si inventa una nuova formazione senza comunque modificare il sistema di gioco: Nurisso tra i pali, la nuova linea difensiva con Capocchiano-Prizio-Marchetti- Costamagna, a centrocampo rientra Pirrotta sostenuto da Nastasi e Mazzafera mentre il tridente è affidato a Massucco-Cornero-Celeste. Nella prima frazione i nerostellati avanzano in ogni dove mettendo forte pressione ai cuneesi che in rarissime occasioni riescono ad alzarsi fino ad arrivare alla rete di Cornero che sfrutta di testa un angolo battuto da Pirrotta. Nella ripresa il mai domo Olmo riprende le redini in mano e costringe i cheraschesi ad una forte partita di contenimento, soffrendo il giusto e colpendo di rimessa. Questa è la sintesi della partita. La prima vera occasione dell’incontro però capita sui piedi di Capitao che dal limite fionda in porta ma la sfera si perde di un nonnulla sopra la traversa. Poi i ragazzi di mister Brovia prendono in mano la situazione e mettono alle corde i padroni di casa, senza ottenere grandissimi risultati sottoporta però tengono in grandi ambasce la retroguardia che perde Pepino dopo pochi minuti. Prima c’è una testata di Costamagna, leggermente fuori misura, poi è il 21’ quando, da azione d’angolo, nel parapiglia Cornero riesce a spedire in porta da posizione ravvicinata dove Campana d’istinto allontana a mani larghe. I calci d’angolo sono innumerevoli, la voglia di vincere questo match mette la ai nerostellati la carogna giusta per cercare con ostinazione il pertugio giusto. A un minuto dal riposo arriva la zampata giusta: dall’ennesimo tiro dalla bandierina di Pirrotta sbuca nella confusione d’area la capoccia del nostro bomber Cornero che insacca senza indugio. Comincia a piovere insieme al thè caldo. Nella ripresa l’Olmo capisce che deve destarsi e lo fa con estrema decisione facendo arretrare i langaroli senza costruire chissà quale pericolosità però tutto diventa difficile. L’occasione del raddoppio arriva sui piedi di Massucco che dal limite lascia andare un diretto dove Campana ci mette una pezza e respinge frontale dove si avventa ancora il giovane esterno che di testa però spedisce alto! Bella occasione. I grigiorossi aumentano la pressione e arrivano al tiro con Dalmasso Giacomo, respinge in tuffo Nurisso, e a fil di palo con Gastaldi a cui risponde un’incursione a sinistra Capocchiano per un radente dove Cornero si avventa e un rimpallo favorisce il recupero di Campana. A cavallo del 30’ altri due importanti episodi: prima è Dalmasso Andrea a spedire di poco alto con una testata poi, su una rapida ripartenza, Cornero si trova decentrato a sinistra e vede Campana lontano dai pali e cerca uno spettacolare “lob” da oltre 25 metri con la sfera che si perde sul fondo dopo aver sfiorato il palo lontano! Che colpo! La pressione dell’Olmo è asfissiante e la Cheraschese ha buon gioco di rimessa e su una bella traiettoria di Pirrotta ancora Cornero di testa e in volo spedisce di pochissimo alto e prima della chiusura un ponte aereo di Mazzafera piazza Nastasi solo davanti a Campana ma lo grazia spedendo fuori dallo specchio della porta. Si chiude con una vittoria la giornata agonistica dei nerostellati, sofferta, ma sempre tre punti. Altre volte si è vinto giocando meglio e soffrendo meno ma bisogna comunque rimarcare lo spessore degli avversari e poi bisogna ricordare che a questo punto della stagione le partite che valgono hanno questo sapore, il sapore del sudore, della fatica e della sofferenza. Mercoledì si andrà a fare visita alla Pro Dronero per il match che potrebbe valere il campionato, sarà durissima per noi ma anche per loro quindi, calma e sangue freddo, con convinzione e coraggio e senza lasciarci prendere dall’affanno tutto è aperto. Colpire e soffrire per soffrire e colpire questa sarà la parola d’ordine. FORZA RAGAZZI !!!!!!!!!

Nella foto EDOARDO CORNERO (immagine di repertorio) al suo 23° centro stagionale in campionato.

 

 


 



 


<< Torna alla home page